Machines Italia Vol. IX: Exploring the New World of Advanced Manufacturing

In this edition of Machines Italia Magazine Volume IX, our focus is on how North American companies are embracing a wave of new technologies, many from Italian providers, that are helping them bring work back home, while remaining competitive.

Italian companies are playing a big role in researching, developing and bringing to market these advanced manufacturing tools and strategies, many of which are enabled by innovation software, automation and thinking.

We take a closer look at trends in the North American manufacturing market and tell the stories of companies using premium Italian technology to become more competitive and profitable. These stories demonstrate that investments in sophisticated, premium Italian manufacturing equipment and tools are paying off.

And to find our Italian solution providers with local operations in NAFTA, click HERE for an interactive directory.

Tags:
Machines Italia @ AME 2013 Toronto "Old World, New Lean Tricks" Presentations Online

This mini-series of presentations illustrates how three innovative manufacturers and Italian based market leaders: Bonfiglioli, Salvagnini and Vestas Nacelles, have successfully implemented lean strategies in their operations by redesigning the standard toolbox of tactics to adapt it to the individual contingencies. Each case study is explained by the same lean practitioners that guided the journey through their operational values streams. For Italian manufacturers, survival is arguably a balancing act.

With energy costs double those of North American companies, extremely high labour costs, limited access to operating capital and a cumbersome public debt, they continuously have to find new ways to stay alive. Yet, despite these challenging circumstances, Italian manufacturers, mostly SMEs, are weathering the storm and enjoying double digit export growth and enduring success in the global market. A victory most observers attribute to a refined mix of innovation, high craftsmanship and product quality, fair prices, speed and reliable delivery.

For many of these companies, the proverbial secret formula for success consists in an intuitive but consistent application of homespun Lean practices. A few among them, such as the companies featured in this mini-series presentation, took a more scientific approach to Lean whilst maintaining a very distinct Italian ingenuity. "The Italian Job: Old World, New Lean Tricks" presentation series was attended by over 100 North American manufacturers and organized by the Machines Italia and the Italian Trade Commission Office in Toronto.

 

 

Lean manufacturing: panel tackled variability and waste
Read the article, published by Lisa Wichmann of Canadian Manufacturing, on the Machines Italia presentation Old World, New Lean Tricks that was held at the AME conference in Toronto, last October 22, 2013.
University of Parma's CIPACK: Intro to Innovative Interdepartamental Research Center for Packaging

The downloadable brochure provides a profile of the work being done at CIPACK, the Interdepartmental Center for PACKaging research center which operates inside the University of Parma, Italy, under the agrifood platform for High Technology Network of the Emilia Romagna Region. CIPACK is comprised of various departments such as Industrial Engineering, Chemistry, Physics, Economics, Pharmacy, Life Science and Medicine. CIPACK's aim is one to promote and coordinate research activities in basic and applied issues relating to packaging and bottling in particular for food industry and pharmaceutical industry.

CIPACK's primary research areas are the following:

A) Innovative materials for packaging

B) Advanced systems for packaging

C) Environmental impact of packaging

D) Quality and hygiene of packaging

For more information on CIPACK visit the center's site at www.cipack.it.

Relevant Sectors:
The Canadian Aerospace Industry: Market Overview

In 2009, Canada marked the 100th anniversary of its first airplane flight. In February 1909, a pioneer by the name of J.A.D. McCurdy took to the sky in a frail-looking biplane called the Silver Dart. Young McCurdy and Canada’s tiny aviation community never looked back, and as a result, their daring achievement led to the development of a whole new industry — Canada’s aerospace industry.

In 2013, The Italian Trade Commission's  Machines Italia Toronto commissioned a study to explore the Canadian aerosapce industry, its trends, , recent and upcoming programs and opportunities for Italian technology providers.

Tags:
Italian Trade Commission Los Angeles Global Aviation Manufacturers Awareness Study 2013

The Italian Trade Commission Los Angeles (USA) in collaboration with Speed News, recently conducted its study on the global awareness of Italian solution providers in the aviation industry with the following objectives:

•Investigate awareness levels of Italian machinery for the aviation industry.

•Determine perception of manufacturing equipment from various countries.

•Examine aspects important in machine purchases, as well as purchases planned for the near future.

Over 150 manufacturers within the industry completed this study.

Click on download to obtain your copy of the "Global Awareness Survey".

Per Gli Italiani - l’Opportunità di Simulare le Performance delle Supply Chain nel Mondo!

Grazie a Machines Italia, le aziende Italiane avranno l'opportunità di simulare le performance delle supply chain nel Mondo!

Grazie a Machines Italia, le aziende italiane avranno un opportunità (2 settimane gratis) di simulare le loro future operazioni ed i costi in qualsiasi parte del mondo

SCM Globe permette alle persone di disegnare i modelli della catena di approvigionamento su una mappa mondiale e di simulare le loro operazioni ed i costi. I modelli della catena di approvigionamento vengono creati definendo quattro oggetti: 1) Prodotti; 2) Impianti; 3) Veicoli e 4) Percorsi. Si possono definire e combinare molteplici prodotti, impianti, veicoli e percorsi per creare modelli accurati della catena di approvigionamento in qualsiasi parte del mondo. SCM Globe mette insieme la potenza di Google Maps con un'applicazione personalizzata per la progettazione e la simulazione della catena di approvigionamento. Le Università di tutto il mondo lo utilizzano per insegnare le operazioni della catena di approvigionamento. Le aziende usano SCM Globe per analizzare la loro catena di approvvigionamento, esplorare nuovi progetti e per valutare i potenziali rischi legati alla stessa. Manager della catena di approvigionamento utilizzano le simulazioni SCM Globe e i dati prodotti dalle simulazioni per consigliare senior manager e partner commerciali. SCM Globe è un'applicazione "cloud-based" che funziona su qualsiasi PC o computer portatile con accesso a Internet.

Questo paragrafo descrive cosa SCM Globe può fare in questo momento. Il suo piano di sviluppo prevede la possibilità di caricare e visualizzare i dati in tempo reale dai sistemi GPS sui veicoli e sui sistemi operativi presso le strutture, tuttavia al momento la suddetta capacità non è stata costruita. Stanno aspettando i clienti a cui chiedere direttamente tali capacita' prima di sviluppare il software. Quando ricevano una richiesta dai clienti sono in grado di sviluppare il software in pochi mesi.

Alleghiamo una copia del suo Manuale Utente. Si tratta di una guida rapida che mostra le schermate nella parte superiore di ogni pagina e note brevi sotto ogni schermata per spiegare come utilizzare le caratteristiche di quella schermata.

Ai fini di introdurre le aziende italiane a SCM Globe la sua proposta consiste nel fare dimostrazioni su internet, il 19 e il 20 giugno. Faranno le dimostrazioni su internet ogni giorno alle 13:00 e alle 17:00, orario dell'Europa centrale. Ogni dimostrazione durerà 60 minuti. Vi presenteranno le caratteristiche principali e le loro funzionalita' e risponderanno alle domande delle persone che parteciperanno alla dimostrazione su internet. Sono in grado di programmare ulteriori sessioni di dimostrazioni, se necessario.

Le persone che desiderano partecipare ad una di queste dimostrazioni dovranno inviare alla SCM Globe (attenzione: Michael Hugos / soggetto: "Request to participate in Webinar via Machines Italia" indirizzo: mhugos @ scmglobe . com), il proprio indirizzo email, la data e l'orario della dimostrazione a cui intendono partecipare. Provvederanno ad inviare a quelle registrate l'invito con il collegamento per partecipare alla stessa. Quando la vostra azienda avrete completa tale dimostrazione, potrete ricevere un accesso completo per due (2) settimane a provare il software.

Scaricare il manuale del Uso cliccando sul "download".

Great Success of Cibustec Market Outlook North America

23 food processors, 8 from Canada and 15 from the US, participated to the first edition of  Cibustec Market Outlook North America, that took place in Parma, Italy, from May 21 to 24, 2013.   The event consisted of a program of facility visits to processing plants located in the region, B2B meetings with Italian machinery and technology providers, workshops on subjects and topics specific for the North American food industry.    The delegates had the opportunity to visit the SPS/IPC/DRIVES  automation and electronic components trade show as well as the Stazione Sperimentale per l’Industria della Conserve Alimentari – food technology research centre.  During the plenary session of May 23 c/o Fiere Parma, James Johnson of the Machines Italia desk in Toronto provided and overview of  the Canadian and US food proccessing industry.  The Canadian delegates included: Les Plats du Chef www. platscuchef.com , Palma Pasta www.palmapasta.com, Prairie Global Management www.prairieglobal.com, Sun-Rype Products Ltd, www.sunrype.com, Troika Foods (2000) Ltd. www.troikafoods.com, Inovata Foods Corp www.inovatafoods.com, Hills Food Ltd www.hillsfoods.com, Black Angus Fine Meats and Game www.blackangusmeat.com

From the US: AmerQual Group Llc. www.ameriqual.com, Culinary Farms www.culinaryfarms.com, Faribault Foods, Inc. www.faribaultfoods.com Flora Inc., Gery Amos Farms www.packerdata.com Flavorcraft LLC www.flavorcraftllc.com Food-Pro Systems Engineering, Great American Appetizers www.appetizer.com, Ingredient & Flavor Solutions , Smithfield Foods www.customingredients.com, Italia Foods, Inc. www.italiafoods.com, Lidestri Foods Inc. www.lidestrifoods.com Pacific Coast Producers www.pcoastp.com, RDM Warehouse www.rdmintl.com Unilever www.unilever.com Winona Foods, Inc. www.winonafoods.com Italia Foods, Inc. www.italiafoods.com South Eastern Mills, Global Food Concepts

 

Italy @ BIO 2013 Brochure- Italian Participants & State of the Industry Report 2013

The brochure contains interesting facts and figures on Italy's activities in the Biotech sector as well as providing information on the numerous Italian companies, associations and research centers present within the Italian Pavilion (Booth#4217) at this year's BIO 2013 show (April 22-25, 2013) held in Chicago.

Tags:
Presentazione Machines Italia NAFTA Image Awareness Survey 2012

Elevato contenuto di innovazione, tecnologia superiore alla media dell'offerta internazionale di settore, adeguato rapporto qualità-prezzo: sono questi alcuni degli aspetti che le aziende manifatturiere dei paesi NAFTA coinvolte nell'indagine "Machines Italia Image Awareness Survey NAFTA 2012", riconoscono ai beni strumentali Made in Italy.

L'indagine, realizzata dagli Uffici dell'ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane di Chicago, Toronto e Città del Messico in collaborazione con FEDERMACCCHINE, associazione di categoria che riunisce i costruttori italiani dei beni strumentali, e' stata presentata in anteprima presso la sede di FEDERMACCCHINE a Cinisello Balsamo (Milano) in data 27 febbraio 2013.

A fronte di una piena promozione sugli aspetti oggettivi dell'offerta tuttavia, l'industria italiana della meccanica strumentale viene giudicata ancora carente nei servizi post-vendita: supporto tecnico per assistenza e ricambi non sempre tempestivo, costi di manutenzione troppo elevati, difficoltà di comunicazione.

La presentazione è stata quindi specificamente dedicata alle imprese italiane interessate a penetrare o rafforzare la propria presenza nei mercati dell'Area Nafta in quanto pensata come strumento per meglio comprendere la percezione dei prodotti Made in Italy di settore da parte degli utilizzatori locali e per individuare i trend di investimento del prossimo futuro.

Il Sondaggio è stato condotto attraverso interviste somministrate a circa 700 tra manager e responsabili acquisto di industrie manifatturiere locali di variegata dimensione (piccole, medie e grandi multinazionali) di Canada, Messico e Stati Uniti, su un campione di aziende manifatturiere rappresentative delle imprese che utilizzano macchinari e attrezzature di 15 settori (dalle macchine agricole a quelle per ceramica, passando per le macchine dell'industria grafica e cartotecnica, solo per citarne alcune). Le aziende che hanno partecipato all'indagine hanno risposto volontariamente alle domande del questionario, fornendo informazioni sugli aspetti rilevanti e le tendenze del settore in cui operano, le loro preferenze durante il processo di acquisto di beni capitali e le loro proiezioni ed esigenze sugli acquisti futuri.

Nel complesso, delle circa 600 aziende statunitensi e canadesi che hanno risposto al sondaggio, due terzi si trovano negli USA e poco meno di un terzo in Canada. Il 38% degli intervistati è rappresentato da utenti o da utilizzatori in passato di macchinari italiani e, di questi, circa la metà si è detto convinto che i macchinari italiani abbiano contribuito alla realizzazione di prodotti che non erano in grado di realizzare prima dell'acquisizione. Alcune delle nuove funzionalità rilevate comprendono il consolidamento delle fasi di produzione, il miglioramento della qualità dei prodotti lavorati, l'espansione della capacità produttiva, la creazione di nuovi prodotti e la riduzione tempi di produzione. Si tratta quindi di un notevole punto di forza e potenziale vantaggio competitivo dei macchinari italiani.

L'Italia risulta essere il Paese più conosciuto in tre settori: macchine agricole, lavorazione marmo e pietra, lavorazione del legno collocandosi al quarto posto tra i Paesi di origine degli ultimi macchinari acquistati dagli statunitensi, mentre raggiunge il terzo posto in Canada.

L'indagine è stata inoltre svolta per la prima volta in Messico, dove i 60 manager interpellati hanno evidenziato come la buona qualità e l'affidabilità costituiscano le principali variabili motivazionali alla base della scelta d'acquisto di macchinari italiani rispetto all'offerta della concorrenza. I punti di forza della percezione della produzione italiana sono considerati: buona relazione qualità-prezzo, flessibilità, precisione, robustezza, design, velocità. Viceversa, i punti di debolezza sono riferiti a prezzi elevati, mancanza di pezzi di ricambio, servizi di manutenzione e post-vendita non sempre adeguati.

In termini di familiarità dei brand, le imprese italiane si collocano al secondo posto nelle risposte degli intervistati, dopo la Germania. Il panorama industriale messicano sta cambiando rapidamente, migliorando progressivamente il suo posizionamento nelle graduatorie mondiali di produzione delle industrie automobilistica, aerospaziale, ICT, elettronica di consumo ed elettrodomestici. Numerosi fornitori di primo livello dell'industria automobilistica ed aerospaziale si sono recentemente installati in Messico, per cogliere i vantaggi di costo dei fattori produttivi offerti dal Paese: sono potenzialmente notevoli gli spazi per le imprese italiane che riusciranno a proporsi all'emergente segmento di fornitori locali di componenti di secondo e terzo livello.

Oltre ai risultati dell'"Awareness Survey" l'Agenzia ICE ha presentata anche i dati dell'"Automation Study" focalizzato sull'indice di utilizzo della robotica e sulle pratiche di automazione fra i produttori del Nord America in diversi settori industriali, e condotto nell'ambito del Progetto Machines Italia, in collaborazione con l'importante rivista di settore statunitense IndustryWeek.

Pages