Per Gli Italiani - l’Opportunità di Simulare le Performance delle Supply Chain nel Mondo!

Grazie a Machines Italia, le aziende Italiane avranno l'opportunità di simulare le performance delle supply chain nel Mondo!

Grazie a Machines Italia, le aziende italiane avranno un opportunità (2 settimane gratis) di simulare le loro future operazioni ed i costi in qualsiasi parte del mondo

SCM Globe permette alle persone di disegnare i modelli della catena di approvigionamento su una mappa mondiale e di simulare le loro operazioni ed i costi. I modelli della catena di approvigionamento vengono creati definendo quattro oggetti: 1) Prodotti; 2) Impianti; 3) Veicoli e 4) Percorsi. Si possono definire e combinare molteplici prodotti, impianti, veicoli e percorsi per creare modelli accurati della catena di approvigionamento in qualsiasi parte del mondo. SCM Globe mette insieme la potenza di Google Maps con un'applicazione personalizzata per la progettazione e la simulazione della catena di approvigionamento. Le Università di tutto il mondo lo utilizzano per insegnare le operazioni della catena di approvigionamento. Le aziende usano SCM Globe per analizzare la loro catena di approvvigionamento, esplorare nuovi progetti e per valutare i potenziali rischi legati alla stessa. Manager della catena di approvigionamento utilizzano le simulazioni SCM Globe e i dati prodotti dalle simulazioni per consigliare senior manager e partner commerciali. SCM Globe è un'applicazione "cloud-based" che funziona su qualsiasi PC o computer portatile con accesso a Internet.

Questo paragrafo descrive cosa SCM Globe può fare in questo momento. Il suo piano di sviluppo prevede la possibilità di caricare e visualizzare i dati in tempo reale dai sistemi GPS sui veicoli e sui sistemi operativi presso le strutture, tuttavia al momento la suddetta capacità non è stata costruita. Stanno aspettando i clienti a cui chiedere direttamente tali capacita' prima di sviluppare il software. Quando ricevano una richiesta dai clienti sono in grado di sviluppare il software in pochi mesi.

Alleghiamo una copia del suo Manuale Utente. Si tratta di una guida rapida che mostra le schermate nella parte superiore di ogni pagina e note brevi sotto ogni schermata per spiegare come utilizzare le caratteristiche di quella schermata.

Ai fini di introdurre le aziende italiane a SCM Globe la sua proposta consiste nel fare dimostrazioni su internet, il 19 e il 20 giugno. Faranno le dimostrazioni su internet ogni giorno alle 13:00 e alle 17:00, orario dell'Europa centrale. Ogni dimostrazione durerà 60 minuti. Vi presenteranno le caratteristiche principali e le loro funzionalita' e risponderanno alle domande delle persone che parteciperanno alla dimostrazione su internet. Sono in grado di programmare ulteriori sessioni di dimostrazioni, se necessario.

Le persone che desiderano partecipare ad una di queste dimostrazioni dovranno inviare alla SCM Globe (attenzione: Michael Hugos / soggetto: "Request to participate in Webinar via Machines Italia" indirizzo: mhugos @ scmglobe . com), il proprio indirizzo email, la data e l'orario della dimostrazione a cui intendono partecipare. Provvederanno ad inviare a quelle registrate l'invito con il collegamento per partecipare alla stessa. Quando la vostra azienda avrete completa tale dimostrazione, potrete ricevere un accesso completo per due (2) settimane a provare il software.

Scaricare il manuale del Uso cliccando sul "download".

Great Success of Cibustec Market Outlook North America

23 food processors, 8 from Canada and 15 from the US, participated to the first edition of  Cibustec Market Outlook North America, that took place in Parma, Italy, from May 21 to 24, 2013.   The event consisted of a program of facility visits to processing plants located in the region, B2B meetings with Italian machinery and technology providers, workshops on subjects and topics specific for the North American food industry.    The delegates had the opportunity to visit the SPS/IPC/DRIVES  automation and electronic components trade show as well as the Stazione Sperimentale per l’Industria della Conserve Alimentari – food technology research centre.  During the plenary session of May 23 c/o Fiere Parma, James Johnson of the Machines Italia desk in Toronto provided and overview of  the Canadian and US food proccessing industry.  The Canadian delegates included: Les Plats du Chef www. platscuchef.com , Palma Pasta www.palmapasta.com, Prairie Global Management www.prairieglobal.com, Sun-Rype Products Ltd, www.sunrype.com, Troika Foods (2000) Ltd. www.troikafoods.com, Inovata Foods Corp www.inovatafoods.com, Hills Food Ltd www.hillsfoods.com, Black Angus Fine Meats and Game www.blackangusmeat.com

From the US: AmerQual Group Llc. www.ameriqual.com, Culinary Farms www.culinaryfarms.com, Faribault Foods, Inc. www.faribaultfoods.com Flora Inc., Gery Amos Farms www.packerdata.com Flavorcraft LLC www.flavorcraftllc.com Food-Pro Systems Engineering, Great American Appetizers www.appetizer.com, Ingredient & Flavor Solutions , Smithfield Foods www.customingredients.com, Italia Foods, Inc. www.italiafoods.com, Lidestri Foods Inc. www.lidestrifoods.com Pacific Coast Producers www.pcoastp.com, RDM Warehouse www.rdmintl.com Unilever www.unilever.com Winona Foods, Inc. www.winonafoods.com Italia Foods, Inc. www.italiafoods.com South Eastern Mills, Global Food Concepts

 

Italy @ BIO 2013 Brochure- Italian Participants & State of the Industry Report 2013

The brochure contains interesting facts and figures on Italy's activities in the Biotech sector as well as providing information on the numerous Italian companies, associations and research centers present within the Italian Pavilion (Booth#4217) at this year's BIO 2013 show (April 22-25, 2013) held in Chicago.

Tags:
Presentazione Machines Italia NAFTA Image Awareness Survey 2012

Elevato contenuto di innovazione, tecnologia superiore alla media dell'offerta internazionale di settore, adeguato rapporto qualità-prezzo: sono questi alcuni degli aspetti che le aziende manifatturiere dei paesi NAFTA coinvolte nell'indagine "Machines Italia Image Awareness Survey NAFTA 2012", riconoscono ai beni strumentali Made in Italy.

L'indagine, realizzata dagli Uffici dell'ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane di Chicago, Toronto e Città del Messico in collaborazione con FEDERMACCCHINE, associazione di categoria che riunisce i costruttori italiani dei beni strumentali, e' stata presentata in anteprima presso la sede di FEDERMACCCHINE a Cinisello Balsamo (Milano) in data 27 febbraio 2013.

A fronte di una piena promozione sugli aspetti oggettivi dell'offerta tuttavia, l'industria italiana della meccanica strumentale viene giudicata ancora carente nei servizi post-vendita: supporto tecnico per assistenza e ricambi non sempre tempestivo, costi di manutenzione troppo elevati, difficoltà di comunicazione.

La presentazione è stata quindi specificamente dedicata alle imprese italiane interessate a penetrare o rafforzare la propria presenza nei mercati dell'Area Nafta in quanto pensata come strumento per meglio comprendere la percezione dei prodotti Made in Italy di settore da parte degli utilizzatori locali e per individuare i trend di investimento del prossimo futuro.

Il Sondaggio è stato condotto attraverso interviste somministrate a circa 700 tra manager e responsabili acquisto di industrie manifatturiere locali di variegata dimensione (piccole, medie e grandi multinazionali) di Canada, Messico e Stati Uniti, su un campione di aziende manifatturiere rappresentative delle imprese che utilizzano macchinari e attrezzature di 15 settori (dalle macchine agricole a quelle per ceramica, passando per le macchine dell'industria grafica e cartotecnica, solo per citarne alcune). Le aziende che hanno partecipato all'indagine hanno risposto volontariamente alle domande del questionario, fornendo informazioni sugli aspetti rilevanti e le tendenze del settore in cui operano, le loro preferenze durante il processo di acquisto di beni capitali e le loro proiezioni ed esigenze sugli acquisti futuri.

Nel complesso, delle circa 600 aziende statunitensi e canadesi che hanno risposto al sondaggio, due terzi si trovano negli USA e poco meno di un terzo in Canada. Il 38% degli intervistati è rappresentato da utenti o da utilizzatori in passato di macchinari italiani e, di questi, circa la metà si è detto convinto che i macchinari italiani abbiano contribuito alla realizzazione di prodotti che non erano in grado di realizzare prima dell'acquisizione. Alcune delle nuove funzionalità rilevate comprendono il consolidamento delle fasi di produzione, il miglioramento della qualità dei prodotti lavorati, l'espansione della capacità produttiva, la creazione di nuovi prodotti e la riduzione tempi di produzione. Si tratta quindi di un notevole punto di forza e potenziale vantaggio competitivo dei macchinari italiani.

L'Italia risulta essere il Paese più conosciuto in tre settori: macchine agricole, lavorazione marmo e pietra, lavorazione del legno collocandosi al quarto posto tra i Paesi di origine degli ultimi macchinari acquistati dagli statunitensi, mentre raggiunge il terzo posto in Canada.

L'indagine è stata inoltre svolta per la prima volta in Messico, dove i 60 manager interpellati hanno evidenziato come la buona qualità e l'affidabilità costituiscano le principali variabili motivazionali alla base della scelta d'acquisto di macchinari italiani rispetto all'offerta della concorrenza. I punti di forza della percezione della produzione italiana sono considerati: buona relazione qualità-prezzo, flessibilità, precisione, robustezza, design, velocità. Viceversa, i punti di debolezza sono riferiti a prezzi elevati, mancanza di pezzi di ricambio, servizi di manutenzione e post-vendita non sempre adeguati.

In termini di familiarità dei brand, le imprese italiane si collocano al secondo posto nelle risposte degli intervistati, dopo la Germania. Il panorama industriale messicano sta cambiando rapidamente, migliorando progressivamente il suo posizionamento nelle graduatorie mondiali di produzione delle industrie automobilistica, aerospaziale, ICT, elettronica di consumo ed elettrodomestici. Numerosi fornitori di primo livello dell'industria automobilistica ed aerospaziale si sono recentemente installati in Messico, per cogliere i vantaggi di costo dei fattori produttivi offerti dal Paese: sono potenzialmente notevoli gli spazi per le imprese italiane che riusciranno a proporsi all'emergente segmento di fornitori locali di componenti di secondo e terzo livello.

Oltre ai risultati dell'"Awareness Survey" l'Agenzia ICE ha presentata anche i dati dell'"Automation Study" focalizzato sull'indice di utilizzo della robotica e sulle pratiche di automazione fra i produttori del Nord America in diversi settori industriali, e condotto nell'ambito del Progetto Machines Italia, in collaborazione con l'importante rivista di settore statunitense IndustryWeek.

Machines Italia Magazine Volume VIII: Italian Solutions Power Up North American Manufacturing Growth

As the North American economy continues to mount a recovery and sales begin to show steady growth, manufacturers are investing once again in new plants and equipment. Although millions of manufacturing jobs were lost over the past dozen years, we see companies starting to hire again to meet renewed demand.

In this new post-recession era, the bywords of manufacturing success are innovation, cost reduction, greater throughput, and improved quality. North American manufacturers are looking to Italian machinery firms to help them hone their competitive edge. Due to pricing pressures, the trend for at least a decade has been to outsource manufacturing and build plants overseas to take advantage of cheaper labor.

Today, we are seeing a reverse shift, as North American manufacturers in industries such as the automotive sector establish new plants closer to home and invest in retraining and retooling on the home front. In fact, state-of-the-art Italian machinery is being utilized to train thousands of U.S. workers from various companies.

In this edition of Machines Italia Vol VIII, we examine these issues with the aim of learning how companies are responding to competitive challenges. We take a close look at some of the innovative solutions that Italian machinery manufacturers are providing to their North American manufacturing customers. These articles are proof positive of the win-win partnership that has been forged between Italian machinery firms and North American manufacturers.

This volume of the magazine was published in collaboration with Penton Media, Inc. and its publication IndustryWeek Magazine. For more information on Penton Media, Inc. click here.

Official Release: Machines Italia / IndustryWeek Magazine Automation Survey 2012 Is Available Now!

During the fourth quarter of 2012, Machines Italia together with IndustryWeek magazine conducted its survey on the usage of automation in the manufacturing sector.  This Survey had as its objectives the following:

  • Examine the use of automation and robotics among manufacturers;
  • Investigate the use of and perception of Italian machines;
  • Determine future purchasing plans and the important factors and players in the decision-making process.

The methodology was straight forward as IndustryWeek's Penton Research emailed invitations to participate in the online survey to the print subscribers of its publication, IndustryWeek magazine. Over 342 North American manufacturers took part and the findings are available in the executive summary available for download. Nearly three in four respondents compete in global markets. Those who do indicated that automated equipment or robotics has helped their firm compete.

Some highlights which you will find in the survey are the following:

  • In order to accommodate the greater use of robotics and automation, 59% of respondents have expanded the skill level of their workforce. Among those, three in four have expanded the skill level moderately or significantly;
  • The majority of respondents plan to increase North American production in an effort to meet the needs of an expanding market. 39% of respondents planning an increase in production expect it to be by 10% or more;
  • The majority of respondents indicate a focus on high value-added niche products is an extremely or very important strategic target for their company. Establishing new plants is considered least important.

Machines Italia provides this executive survey free of charge in the hopes that you and your company will view the findings as helpful tools in your current and upcoming manufacturing activities.

For media interested in obtaining more information on the survey, kindly contact any of our Machines Italia offices located in the "Contact" section of our site.

Tags:
Centrexpo/IPACK IMA Presentation @ Pack Expo 2012 "European Economy's Effect On Diverse Industries"

On October 30, 2012, Dr. Guido Corbella, CEO of Centrexpo / IPACK-IMA Group, presented "The European Economy's Effect on the Processing, Packaging, Printing and Converting Industries" during a media briefing luncheon at Pack Expo International 2012 in Chicago (USA).

The presentation, available as a download here, will not only provide you as it did the international journalists present at the luncheon, with some interesting information on Italy's place and role in said industries but within the global economy as well.

Canadian Machinery Trade Statistics 2011

The present publication contains the latest statistics - 2011 - on Canadian trade with particular reference to imports and exports of industrial machinery and equipment and the Machines Italia sectors.

Italian Technology Training Centers Global Directory

The Italian Technology Training Centers developed between the Italian Trade Commission, FEDERMACCHINE and local entities throughout the world, were created with the principal objective of positioning Italy within those countries in economic ascension. They not only illustrate Italy as a dependable provider of machinery, but as well as a qualified intermediator in training and project development on specification. Download the attached PDF to see where they are located throughout the world along with our listing of Italian and local partner organizations.

Tags:
Working Paper: Innovation and Foreign Technology in Italy, 1861-2011

The Paper "Innovation and Foreign Technology in Italy, 1861-2011" explores the long run evolution of Italy's performance in technological innovation as a function of international technology transfer, reconstructing the different phases and dimensions of Italian innovative activity, tracking the transfer of foreign technological knowledge through a number of channels, analysing the impact of imported technology. The study is based on a newly constructed dataset, over the 1861-2009 period, composed of variables related to: innovation activity performance; foreign technology transfer; domestic absorptive and innovative capability. The analysis highlights, also by econometric assessment, the significant contribution of foreign technology both to innovation activity results and to productivity growth. Differences across channels of technology transfer and historical phases emerge, also in connection with the evolution of human capital endowment and domestic innovative capacity. Machinery imports contributed positively both to innovation activity and to productivity growth; inward FDI contributed positively to productivity growth, but not to indigenous innovation activity; the accumulation of technical human capital fuelled both. In the long Italian Golden Age, for the first time the association of foreign technological knowledge with indigenous innovation processes strengthened productivity significantly.

The paper entitled "Innovation and Foreign Technology in Italy, 1861-2011" was written by by Federico Barbiellini Amidei, John Cantwell and Anna Spadavecchia. It was presented in Rome as part of the Conference "Italy and the World Economy, 1861-2011" held October 12-15, 2011 hosted by The Bank of Italy.

The paper may be downloaded here or via the source link provided.

Source:
Tags:

Pages